Interventi colturali

L’analisi di stabilità è il più efficace sistema per dimensionare correttamente gli interventi da eseguire su una pianta, con l'obiettivo di massimizzare la sicurezza dell’area in cui vegeta. Le operazioni principali con cui si minimizza il rischio di cedimenti sono:

Consolidamenti

Insieme di tecniche usate per assicurare la chioma di un albero collegando tra loro branche, parti del fusto o vincolare integralmente l’esemplare a strutture esterne. La necessità di eseguire tali operazioni si presenta nel qual caso siano manifeste condizioni strutturali precarie in parti della pianta biologicamente attive e fondamentali, la cui riduzione o rimozione rappresenterebbe una compromissione irrecuperabile delle sue condizioni vegetative.

I consolidamenti vengono eseguiti con materiali studiati specificamente per gli esemplari arborei e presentano come fine ultimo quello di evitare il cedimento di porzioni di albero mediante il sostegno e la trattenuta. Il dimensionamento e il posizionamento di tali materiali devono essere effettuati da personale specializzato e contestualizzati alle criticità preventivamente rilevate a seguito di accurata analisi.

Potature

Ogni albero sviluppa la sua personale forma secondo un equilibrio energetico, meccanico e ormonale dettato principalmente da fattori genetici e ambientali. L’obiettivo di una corretta potatura è impostare un’architettura della chioma adatta alla convivenza con l’uomo e contestualizzata al sito di radicazione, nel pieno rispetto delle sue esigenze fisiologiche.

La migliore potatura è quella che non si nota, questa è la filosofia di base con cui occorre approcciarsi alle piante. Per perseguire questo fine occorre più di ogni altra cosa una spiccata conoscenza dei principi che governano lo sviluppo delle piante arboree, in modo da selezionare efficacemente la tecnica di potatura migliore ed il periodo ottimale per la sua esecuzione.

Esempi di potature corrette:

Abbattimenti

L’abbattimento di una pianta è l’ultima strada che un buon arboricoltore decide di percorrere. Tale intervento tuttavia si rende necessario qualora si attestino condizioni di deperimento irreversibile, completo disseccamento o sintomi di instabilità scientificamente documentati. Appare pertanto indispensabile, prima di procedere alla rimozione di una pianta, valutarne le prospettive future e le eventuali ipotesi conservative. In tali situazioni Equa si impegna sempre nel suggerire e supportare una corretta sostituzione degli esemplari abbattuti in modo da garantire nel breve periodo una compensazione in termini di beneficio ambientale.

La corretta esecuzione

Equa si vanta di operare con personale altamente qualificato. Gli operatori di cui ci avvaliamo sono tutti arboricoltori certificati con esperienza pluriennale nel campo della cura e prevenzione delle piante, in grado di operare con la tecnica del tree climbing.

Ogni intervento, derivante da preventiva indagine fitostatica, viene inoltre supervisionato dal tecnico valutatore, in modo da garantire un’esecuzione puntuale come da perizia, eliminando ogni possibile errore e massimizzando l’efficienza sul campo.